Trapianto di barba e baffi con tecnica FUE: cos’è e come funziona?

Trapianto di barba e baffi con tecnica FUE: cos’è e come funziona?

trapianto di barba e baffi

La barba per molti uomini è molto importante. Da sempre la barba è stata simbolo di virilità e mascolinità e molte donne apprezzano di più gli uomini cin una barba regolare e folta. Molti uomini però vorrebbero farsi crescere la barba ma non lo fanno perchè non cresce in maniera uniforme oppure presenta delle antiestetiche chiazze. Questo poi influisce sull’aspetto emotivo e psicologico. Oggi la barba è ritornata di moda soprattutto nei soggetti giovani: è dimostrato che 8 ragazzi su 10 si tengono la barba lunga per piacere di più alle donne. D’altro canto le donne vedono un uomo con la barba più maturo e serio e quindi inconsciamente ne sono più attratte.

Per avere una barba bella e folta si può procedere in due modi: o utilizzare prodotti e lozioni per la barba molto efficaci come Barba Plus oppure Smart Beard Spray oppure ricorrere al trapianto di barba e baffi. Funziona esattamente come il trapianto di capelli ma con peculiarità leggermente diverse.

In che cosa consiste il trapianto di barba

Anche se senza dubbio meno diffuso e per certi versi anche meno conosciuto di quello dei capelli, il trapianto di barba e baffi sta diffondendosi sempre maggiormente presso ampie fasce di uomini, stanchi dello sgradevole fenomeno del diradamento pilifero del volto.

Non è soltanto una moda di tendenza, ma anche un’esigenza, quella di farsi crescere la barba, che, oltre a migliorare l’aspetto estetico, può anche contribuire a nascondere alcuni difetti del viso. Soprattutto per gli under-40, ormai la barba è diventata un vero e proprio status symbol, a patto che essa sia folta, ben definita e si adatti perfettamente alla conformazione del volto. Secondo le più recenti statistiche, oltre il 65% delle donne Italiane preferiscono uomini barbuti, che appaiono più interessanti e mascolini.

Quando la barba presenta problemi di diradamento, conseguenti a un’insufficiente produzione di peli da parte dei follicoli, di solito subentra l’antiestetico effetto delle chiazze. In tali situazioni la barba si caratterizza per un’alternanza tra aree dense e altre rade, con un aspetto a macchia di leopardo. Anche la presenza di cicatrici oppure di alopecia sono fattori predisponenti a questo problema, che comunque può essere facilmente risolto con un adeguato programma di trapianto.

Perché fare il trapianto di barba

Le motivazioni che convincono un uomo a effettuare un trapianto di barba sono essenzialmente di ordine psicologico, in quanto il miglioramento dell’aspetto estetico non può che incentivare la propria autostima.
In situazioni particolari, come dopo un incidente che ha lasciato evidenti cicatrici sul viso, diventa quasi inevitabile che il soggetto scelga di coprirle con la barba, che però non sempre riesce a crescere folta.

Individui geneticamente portati alla calvizie, derivante da alopecia o anche da altri disturbi della pelle, soffrono anche di diradamento di barba e baffi e pertanto sono candidati ideali per un trapianto.

Un altro motivo che può convincere a sottoporsi a un intervento del genere può essere poi di natura estetica, perché il tipo di barba che cresce sul volto non soddisfa il soggetto. Per tutte queste ragioni, oggi viene offerta l’opportunità di affrontare un trapianto con la tecnica FUE (Follicular Unit Extraction), considerato a ragione la scelta migliore attualmente disponibile.

trapianto barba

Come funziona il trapianto di barba e baffi

Le metodiche impiegate per il trapianto di barba e baffi sono essenzialmente simili a quelle utilizzate per i capelli, dato che si tratta, anche in questo caso, di un procedimento naturale e indolore, che non lascia nessuna traccia di cicatrici. Il loro meccanismo d’azione si basa sul prelevamento di bulbi piliferi attivi, che vengono asportati da specifiche aree del corpo, per poi essere innestati sul volto, in corrispondenza delle zone diradate.

Si tratta di una tecnica di autotrapianto che, proprio per tale requisito (trapianto endogeno) non crea nessun problema di rigetto e pertanto si rivela immediatamente efficace. Nella porzione posteriore del cranio (zona occipitale)e nella fascia tra le orecchie sono localizzati i follicoli piliferi più resistenti, che vengono asportati chirurgicamente per essere quindi impiantati sulle guance.

Questa operazione di trapianto facciale, che viene eseguita in anestesia locale, è assolutamente indolore e non lascia nessuna cicatrice sul viso. In ambito scientifico, questa metodica è stata riconosciuta come l’unica davvero efficace per risolvere il problema del diradamento pilifero facciale.

👉 LEGGI ANCHE: Migliori prodotti per avere una barba bella e folta

Quali sono le fasi dell’intervento

Precisiamo col dire che il trapianto di barba è un vero e proprio intervento di chirurgia estetica. Prima di decidere se e come procedere, il paziente si sottopone a un’accurata visita preliminare che ha lo scopo di indagare sulle sue condizioni di salute, sulle condizioni fisiche e sulla effettiva presenza del diradamento.
Dopo un colloquio con l’anestesita (dato che la procedura viene realizzata in sedazione locale), il chirurgo procede alla prima fase dell’operazione, che è quella dell’espianto.

Le zone da cui sono prelevati i bulbi piliferi sono localizzate nella parte posteriore della testa e tra le orecchie, aree dove sono presenti follicoli molto vitali e resistenti, che possono essere prelevati senza pericolo. Per ottenere i migliori risultati è indispensabile che il professionista si renda conto della direzione di accrescimento dei peli di barba e baffi, per impiantarne altri del medesimo aspetto e con una crescita analoga. Lo scopo di questa analisi è di assicurare la massima naturalezza alla barba trapiantata che deve riprodurre in tutto e per tutto quella già esistente.

L’ultima fase dell’intervento prevede l’innesto dei bulbi piliferi espiantati: tutta la procedura avviene in tempi estremamente contenuti, per evitare che i peli possano deteriorarsi a contatto con l’ambiente esterno.
Bisogna ricordare infatti che i peli sono organi vivi, che come tali ricevono il nutrimento attraverso la circolazione sanguigna.

Dopo 24 ore, il, paziente viene controllato, medicato e pulito, prima di affrontare nuovamente la sua vita normale, anche se il rinfoltimento pilifero risulta evidente dopo 2 settimane e i risultati definitivi richiedono circa 6 mesi.

Trapianto di barba VS trapianto di capelli

Barba e baffi sono costituiti da peli sostanzialmente differenti dai capelli, in quanto di solito il loro diametro è maggiore e la lunghezza è invece minore; inoltre la loro crescita prosegue fino a 35-40 anni, mentre i capelli possono incominciare a diradarsi anche molto prima.

A seconda della conformazione del volto, la barba può essere di due tipi: frontale oppure laterale; nel primo caso la densità delle unità follicolari è maggiore su mascella e mento, mentre nel secondo caso è più evidente su guance e basette.

Per quanto riguarda le tecniche di trapianto, invece, non sussistono differenze in quanto la metodica procede sempre con un espianto e un successivo impianto. Con la tecnica FUE si utilizzano da 100 a 150 follicoli attivi, che nella barba vengono distribuiti in base alla localizzazione delle chiazze di ipotrichia, privilegiando le aree laterali che garantiscono la realizzazione di risultati ottimali e apprezzabili con chiarezza.

PRODOTTO CONSIGLIATO PER AVERE UNA BARBA BELLA E FOLTA:

Recensione completa Barba Plus (clicca qui)

barba plus

ordina ora

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico. Leggi il Disclaimer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ATTIVA ORA LA RICRESCITA DEI CAPELLIScopri di più