Iperidrosi cuoio capelluto: cause, sintomi e rimedi

Iperidrosi cuoio capelluto: cause, sintomi e rimedi

iperidrosi donna

Alcune persone soffrono di iperidrosi, ovvero di eccessiva sudorazione che può interessare tutta la superficie del nostro corpo oppure solo alcune zone localizzate come il palmo delle mani, la pianta dei piedi oppure in alcuni casi anche il cuoio capelluto con la conseguenza è un una generale sensazione di malessere e il fatto di avere sempre i capelli unti o grassi.

Iperidrosi cuoio capelluto: cos’è e come si manifesta

L’iperidrosi (conosciuta anche con il termine iperidrosi cranica) come abbiamo visto è un disturbo legato sostanzialmente all’eccessiva sudorazione che si manifesta in aree localizzate del corpo umano: in genere interessa il palmo delle mani, la pianta dei piedi e il cuoio capelluto. 

Il corpo umano regola la temperatura corporea sudando attraverso il processo di termoregolazione interna (nei mesi più caldi la sudorazione aumenta, mentre in quelli più freddi tende a diminuire), ma quando questa diventa eccessiva può causare diversi problemi.

Tipologie di iperidrosi

A seconda delle cause e degli effetti che provoca esistono due tipologie di iperidrosi:

  • Iperidrosi nervosa: si manifesta quando riguarda l’aspetto psicologico e l’organismo vive una condizione di ansia e stress nervoso, che provoca sudore eccessivo. Lo stress può essere causato da forti emozioni (come imbarazzo o vergogna) oppure cause esterne come la situazione lavorativa o familiare. Questo tipo di iperidrosi è difficile da contrastare.
  • Iperidrosi secondaria: questa forma di iperidrosi può essere attribuita a varie patologie come ad esempio l’ipertiroidismo, l’obesità, o disfunzioni ormonali come nel caso della menopausa, e questo rende poi la cute untuosa e umida.

Come si manifesta l’iperidrosi al cuoio capelluto?

Quando l’autoregolazione funziona correttamente si parla di omeostati, mentre se questa presenta delle alterazioni si parla appunto d’iperidrosi. Quest’ultima interessa diverse zone del corpo umano, compreso la testa. Anche se la forma più diffusa è l’iperidrosi ascellare, c’è sempre di più un grande numero di persone nel mondo che soffre anche di abbondante sudorazione localizzata nel cuoio capelluto.

Questa condizione provoca disturbi legati sia all’aspetto estetico (capelli unti, sporchi, prurito e necessità di lavaggi frequenti) sia problematiche ben più gravi, come l’indebolimento del bulbo pilifero e la conseguente perdita di capelli.

In generale le conseguenze dell’iperidrosi sono:

  • irritazione e forte prurito nella zona interessata;
  • cute maleodorante;
  • cute facilmente attaccabile da batteri e agenti patogeni;
  • squilibrio idro-lipidico epidermico.

Molto spesso l’iperidrosi viene confusa con la seborrea (o dermatite seborroica) in quanto i capelli appaiono spesso grassi e unti.

iperidrosi
Iperidrosi cuoio cappelluto

Iperidrosi del cuoio capelluto: sintomatologia

Quando la temperatura esterna segna 40 gradi è abbastanza normale sudare. Purtroppo alcuni individui tendono a sudare oltremodo anche con un clima rigido. L’iperidrosi del cuoio capelluto è generata da un malfunzionamento delle ghiandole sudoripare eccrine, posizionate in tutte le aree del corpo che sudano, ovvero la pianta dei piedi, le ascelle, la zona inguinale, il viso e il cuoio capelluto.

Il sudore è una secrezione composta principalmente da acqua e in minore quantità da acido lattico, acido urico, urea e sali minerali. La cute presenta numerose proprietà meccaniche , tra le quali anche la proprietà batteriostatica, un’azione utile per contrastare la proliferazione dei batteri. Se la sudorazione risulta eccessiva, questa può compromettere le normali difese della pelle, rendendola maggiormente sensibile all’attacco da parte di agenti esterni.

Iperidrosi del cuoio capelluto: cause

L’iperidrosi primaria del cuoio capelluto colpisce prevalentemente gli adolescenti, senza distinzione di sesso. Quando le cause dell’iperidrosi del cuoio capelluto sono riconducibili ad altre patologie si parla di iperidrosi secondaria. I disturbi legati a questa manifestazione sono la menopausa, l’obesità, il diabete, l’ipertiroidismo, le neoplasie e la gotta.

Le principali cause dell’iperidrosi del cuoio capelluto sono:

  • attacchi di panico,
  • periodi di particolare stress emotivo,
  • menopausa,
  • ristagno di liquidi provocati da un rallentamento della circolazione linfatica,
  • disfunzioni ormonali,
  • alterazioni endocrine,
  • iperemia (eccessiva circolazione sanguigna),
  • assunzione di particolari cibi (caffeina o alimenti piccanti).
  • assunzione prolungata di farmaci (antidepressivi o antipiretici)

Nei primi due casi si parla di iperidrosi del cuoio capelluto emozionale. Anche lo stress purtroppo è un altro fattore di rischio molto elevato per la salute dei capelli e può portare anche a spiacevoli complicazioni.

PRODOTTO CONSIGLIATO PER RIDURRE LO STRESS:

  • Incrementa la resistenza allo stress
  • Aiuta a mantenere un atteggiamento positivo
  • Riduce i sintomi dello stress
  • Riduce stanchezza e spossatezza
  • Aiuta a mantenere l’energia e la vitalità.

restilen

CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO PER ORDINARE
SUL SITO UFFICIALE EVITANTDO TRUFFE 

vai al sito

Iperidrosi del cuoio capelluto: conseguenze

Se l’iperidrosi cuoio capelluto non è trattata correttamente può, con il passare del tempo, essere il fattore scatenante della calvizie precoce. L’iperidrosi eccessiva è allarmante, in quanto pone l’organismo in uno stato di disidratazione. La sudorazione contiene oltre all’acqua anche tossine che l’organismo deve eliminare. Se queste entrano in contatto con i batteri presenti sulla cute ne alterano il ph, creando un ambiente sfavorevole per la crescita corretta dei capelli.

Il ciclo vitale dei capelli necessita di un ambiente sano e pulito, in caso contrario non riesca ad alternane perfettamente le tre fasi (anagen, catagen e telogen). L’iperidrosi del cuoio capelluto emozionale provoca un incremento di sebo e in alcuni soggetti diventa una condizione favorevole per lo sviluppo di alopecia psicogena. La caratteristica principale del disturbo alopecia psicogena è un diradamento prevalente nella zona centrale del cranio, nonché la presenza di iper-seborrea con forfora e caduta dei capelli (che si presentano unti e privi di vitalità).

iperidrosi capelli

Iperidrosi del cuoio capelluto: rimedi

Quando un soggetto percepisce una sudorazione elevata nella testa deve rivolgersi al medico. Per ottenere una corretta diagnosi lo specialista esegue un’analisi tricologica dei capelli. Qualora non siano presenti patologie specifiche e non è necessario intervenire con trattamenti mirati, il medico può consigliare di contrastare direttamente il sintomo dell’iperidrosi del cuoio capelluto, ovvero la sudorazione eccessiva.

I migliori rimedi per diminuire il sudore alla testa sono:

  • lavare quotidianamente i capelli,
  • utilizzare shampoo privi di siliconi,
  • usare prodotti che contengono ingredienti naturali e che rispettano il ph fisiologico della pelle,
  • non d’indossare capelli,
  • seguire una dieta bilanciata,
  • evitare di stare troppo tempo sotto il sole.

Quali farmaci posso usare?

In alternativa, se i rimedi naturali non riuscissero a contrastare il disturbo, il medico può raccomandare di assumere:

  • farmaci imidazolici, studiati per ridurre la comparsa di alopecia causata da iperidrosi cranica;
  • farmaci anticolinergici, pensati per ridurre la sudorazione cranica;
  • farmaci antidepressivi, per contrastare gli stati ansiosi;
  • psicofarmaci (benzodiazepine), poiché riducono in breve tempo lo stress emotivo.

Purtroppo alcune cure farmacologiche presentano effetti collaterali e proprio tra questi emerge l’aumento della sudorazione; pertanto è preferibile cercare di risolvere il problema con i rimedi naturali contro l’iperidrosi del cuoio capelluto.

SHAMPOO CONSIGLIATO PER TRATTARE I CAPELLI UNTI:

  • Nutrimento e Cura Esclusive
  • Il meglio dell’Aroma-Terapia
  • Trattamento Detox Limited Edition
  • Garanzia del Made in Italy.

shampoo linea bianca trattamento detox

SHAMPOO LINEA BIANCA TRATTAMENTO DETOX
il vero segreto per capelli sani e belli

ordina adesso

Iperidrosi capelli: Rimedi naturali

Per il benessere del cuoio capelluto è inoltre importante non tirare i capelli dalla radice e usare, sempre con estrema delicatezza, spazzole con setole morbide. Mantenere uno stile di vita sano e seguire un’alimentazione corretta sono ovviamente due consigli che riguardano il benessere dell’organismo umano, non esclusivamente la salute dei capelli.

I medici raccomandano di evitare l’assunzione costante di cibi piccanti, prediligendo invece frutta e verdura d stagione e spezie. Un altro aspetto da non sottovalutare mai è l’equilibrio psico-fisico di un individuo. Lo stress è la causa principale di molteplici disfunzioni, compresa l’iperidrosi del cuoio capelluto.

Effettuare esercizio fisico o dedicare il tempo libero alla pratica dello yoga possono essere soluzioni piacevoli ed efficienti. Un valido aiuto possono arrivare anche da integratori alimentari, a base di ingredienti naturali e privi di controindicazioni, da associare a una dieta e uno stile di vita sano ed equilibrato.

Ylatì Base Lavante - Shampoo Extra-Delicato Anti-Prurito con Acido Ialuronico e Aloe Vera - 150 ml
  • SHAMPOO DELICATO per la detersione del Cuoio Capelluto e dei Capelli. Deterge delicatamente senza irritare la cute. Adatto per uso frequente.
  • DERMATOLOGICAMENTE TESTATO Shampoo ad azione lenitiva, calma il prurito e regola la produzione di sebo. Adatto come coadiuvante nelle terapie specifiche. Svolge leggera azione detossinante.
  • Con ACIDO IALURONICO, CELLULE STAMINALI VEGETALI, ALOE VERA, ESTRATTO DI SALVIA, MIGLIO, EQUISETO, MELISSA, ARGININA. Ripristina l'equilibrio idrolipidico del cuoio capelluto e contribuisce a rendere i capelli voluminosi e lucenti.
CONDIVIDI SU:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Combatte il diradamento e attiva la ricrescitaSCOPRI DI PIU'